A+ A A-

  • Categoria: Pellegrinaggio 2015
  • Scritto da Francisco
  • Visite: 2423

Asbach - Würzburg

Un sognatore è colui che può trovare la sua strada al chiaro di luna...
e vedere l'alba prima del resto del mondo.

 

Asbasch – Eisenach

Questa notte scorsa ho dormito benissimo. Mi sono svegliato riposato e con voglia di andare avanti. La prima parte della tappa è stata difficile perché le due prime ore sono stato in salita, con una nebbia molto densa e con le dicesse molto pericolose ( molto fango e radici bagnate). Dopo il percorso è diventato quasi tutto pianura. Il arrivo a Eisenach si è fatto lungo e noioso. Il percorso finale è stato “bruttino” fra la autostrada, il treno… Eisenach mi è sembrata una città un po’ decadente… forse le mie aspettative erano troppo elevate… Ho trovato però un buon luogo per dormire. Pulito ed “economico”.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Eisenach – Vacha

Dopo una abbondante colazione ho ripreso cammino. Appena partito, la salita fino al castello di Wartburg è stata brutale. La pendenza è arrivata al 19% per quasi 1km… Giustamente lì mi sono trovato con una ragazza cinese che anche lei ha fatto fatica per arrivare in su. È stato un bel incontro ed arrivati in alto abbiamo bevuto un buon caffè… Nel castello si respira storia (Martin Lutero per esempio)… Dopo, quasi 12 km fra meravigliosi boschi. A un certo punto i boschi sono spariti ed ho camminato fra campi e campi… Oggi il vento soffiava forte quindi ho fatto un po’ di fatica... e finalmente la città di Vacha. È in questo paese dove mi collego con la Via Regia… e felicissimo di essere stato accolto in un albergo di pellegrini, scarsissimi in questa zona della Germania.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Vacha – Geisa

L’albergo di pellegrini, fantastico. Praticamente un appartamento. Ieri sera, appena istallato, sono andato ad un piccolo negozio e fatto spesa per cucinare… Si mangia caldo... Il freddo è l’umidità sono arrivati… L’autunno si fa sentire… Questa mattina riprendere cammino è stato un po’ traumatico. Mi trovo bene fisicamente ma stanco… Sotto le coperte, al caldo, in un posto perfetto, oggi avrei rimasto lì tutto il giorno… però il mio cammino prosegue… Verso le ore 9 sono partito questa mattina. Per prima volta dopo tanti mesi mi sono mesi i guanti. Mamma mia che freddo… La tappa è stata molto carina. I primi 4 km in salita ma non troppo esagerata e dopo … il nulla. Un pista ciclabile attraverso campi di cereali per circa 10 km e dopo boschi. Il terreno continua morbido e pericoloso ma è normale. Solitamente le notti sono molto umide … e siamo in autunno… Nel paese di Geisa sono stato accolto in una struttura della Caritas adatta per pellegrini. Pensavo che sarebbe un posto molto umile invece no. Le istallazioni sono molto moderne. Meglio. Comodità assoluta.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Geisa – Hünfeld

Oggi è domenica ed è cambiata l’ora. Non riesco a capire si il mio telefono lo fa automaticamente o devo farlo io. Comunque dopo prendere un buon caffè ho passato davanti alla Chiesa e la gente andava a Mesa quindi anch’io. È vero che in tedesco diventa per me difficilissimo di capire qualcosa ma dopo tanto tempo visitando e trovando Chiese Protestanti, pur essendo cristiani, mi fa molto felice. Anche oggi il percorso è stato attraversando grandi estensioni di cereali e patate. 1 ora dopo la partenza mi sono trovato con un Via Crucis magnifico, fatto tutto in ferro... Ma senza nessun dubbio il migliore è stato la accoglienza nel BonifatiusKloster di Hünfeld per frate Burkhard. Sono stato proprio coccolato. È un Monastero straordinario, ricostruito dopo la II Guerra Mondiale. Un bellissimo posto per finire la tappa.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Hünfeld – Fulda

Questa mattina, dopo dormire 11 ore mi sono svegliato carico. Superato il km 12.000 il mio fisico pur dormendo così tanto è molto stanco. Comunque resta poco per il arrivo a casa… La colazione insieme a frate Burkhard è stata molto carina. Il arrivederci molto sentito anche. Ci abbiamo scambiato un forte e sincero abbraccio guardato agli occhi e sorriso. Per me è stata una meravigliosa opportunità conoscere una persona così sensibile. Il percorso fino a Fulda bello, bello, bello. La tappa è stata piccolina (21 km) però arrivare a Fulda è un spettacolo… È una città straordinariamente bella. Anche qui gli effetti della II Guerra Mondiale avevano distrutto per completo la intera città ma è stata ricostruita in maniera molto simile a come era… Consapevole che c’era un Monastero Francescano ho chiesto accoglienza. Sono stati molto freddi. Posto caro per un pellegrino e neanche offerto un bicchierino di acqua, un caffè per la mattina… Io sicuro che non tornerò. Credo che i pellegrini in questo Monastero Francescano non sono benvenuti. Peccato...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Fulda – Thalau

Questa mattina mi sono svegliato molto presto. Fa una giornata primaverile. Prima di partire sono andato in centro per visitare il Dom, la Chiesa di San Michele, la Piazza del Comune… Molto bella la città di Fulda. La giornata fino a Thalau è stata fra boschi in silenzio. Ormai la montagna è molto vicina … Una tappa deliziosa… I colori dell’autunno sono spettacolari… Le prime salite sono andato con tantissima attenzione. Voglio capire come si trova il mio ginocchio sinistro… e devo essere molto attento anche alle discese… Terreno molto morbido, foglie secche e radici convertono qualche pezzo di cammino in una pista di pattinaggio. Arrivato a Thalau (paeseto molto piccolo) la guida segnala una unica pensione. Fantastica. Comodità assoluta, pulita, gente molto attenta, economica (26 euro) con la colazione… ed una mini cucina… quindi la cena è stata fatta proprio lì.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Thalau – Langenleiten

Oggi la tappa è stata durissima… e lunga. Ero consapevole che partivo da 320 m di altezza e arrivare al Monastero di Kreuzberg significava superare i 920 metri … quindi in 22 km c’era un dislivello di quasi 600 metri… ma quello che non mi aspettavo è che era chiuso il ostello fino al 2 dicembre… Il percorso proprio di un film di natura. Incredibile. Ma il problema è stato arrivare in su, nebbia è pioggia, e capire che non era possibile dormire… Una signora molto gentile mi ha fatto sapere che in un paese 7 km dopo lei conosceva un uomo che arrivava stanze a casa sua. Ho guardato il mio GPS e si trovava giusto nella traccia dal mio cammino… Provvidenza… La discesa è stata molto lunga e pericolosa. Troppo morbido il terreno ed ormai le mie scarpe sono così usate che scivolare e facilissimo senza dimenticare che il mio zaino supera i 12 kg di peso... Purtroppo la mia economia non mi permette un quinto paio di scarpe… quindi con calma e tanta attenzione sono arrivato al paese di Langenleiten quasi quasi al buio.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Langenleiten – Bad Kissingen

Ho dormito perfetto. Anche oggi quasi 10 ore. Alle ore 8 la proprietaria aveva lasciato preparata una colazione molto abbondante (affettati, marmellate, dove siete, caffè, spremuta di arancia… Mamma che buono tutto… Anche oggi è stata una tappa fredda ma senza pioggia. Quasi tutta in pianura. Ad un certo punto mi sono messo i guanti. Quando soffia l’aria fanno proprio male le mani. Quasi tutto il percorso è stato attraversando prati e campi di patate e carote. Arrivato alla città di Bad Kissingen sono stato accolto per la Parrocchia Cattolica che mette a disposizione dei pellegrini un mini appartamento totalmente adeguato (lavatrice, cucina, salotto di lettura, tv, riscaldamento, acqua calda…) per solamente 10€. Ho rimasto di pietra. Che felicità.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Bad Kissingen – Schweinfurt

Dopo ritornare le chiavi nel Ufficio Parrocchiale e salutare uno per uno a tutti ho ripreso cammino. Il freddo è presente. Non voglio neanche pensare come possono essere qui i mesi di gennaio o febbraio… Ufffff… La tappa è stata più o meno divisa in due tratti. Quello di prima fino al paese di Poppenhausen sono 19 km attraversando boschi molto belli … e la seconda da Poppenhausen fino a Schweinfurt che percorre 4 piccole frazioni e dove l’apostolo San Giacomo è presente in tutte le Chiese. Il luogo per dormire si trova nella periferia della città. È un ristorante vegetariano. Nel primo piano si trova il ristorante, nel secondo piano credo vivono i proprietari ed il terzo piano adeguato per pellegrini ciclisti, turisti… Molto funzionale i abbastanza pulito.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Schweinfurt – Binsbach

Notte di temporale… ed anche giorno di temporale. Oggi ha piovuto per tutta la giornata. Devo dire che è stata dura. Vento, pioggia, freddo… Una volta partito ho capito che aveva di camminare di seguito per provare ad arrivare al più presto possibile al paeseto di Binsbach. Con tutto il materiale d’acqua sopra o sudato tantissimo… Dopo 5 lunghissime ore sono arrivato. Il posto di accoglienza era chiuso e sono andato a bussare a la casa che si trovava di fronte. Lì ho avuto la immensa fortuna di conoscere Katia, una ragazza francese che vive insieme ad un gruppo di amici. Sono artisti. Lei si è preoccupata di preparare caffè e chiamare alle persone che gestiscono l'albergue. Appena qualche minuto dopo è arrivato Arno con un piatto di dolci fatti per sua moglie. Tutti tre siamo andati all’albergo e mi hanno spiegato come funziona tutto. Arno è andato veloce perché aveva degli impegni e Katia, dolce e gentile, mi ha fatto sapere che davanti a qualsiasi bisogno soltanto aveva di bussare. Gente meravigliosa.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Binsbach – Würzburg

Oggi è domenica e sono partito presto, verso le ore 8’30. Avrei voluto dare un abbraccio di cuore a Katia e ringraziarla per tutto ma mi è sembrato troppo presto. Comunque è stato un bel incontro. Grazie, Katia. Prima di riprendere cammino sono andato alla Chiesa (San Giacomo) e lì mi sono trovato con Arno. Anche lui sempre gentile, si ha preoccupato di chiamare alla Kappele di Würzburg per annunciare il mio arrivo… Gente incredibile... Ho camminato felice, oggi È stata una bella tappa senza grandi difficoltà è con arrivo in una città molto bella come è Würzburg, con il suo Castello imponente, il Dom di San Lilian, la Kappele di Santa Maria, il bellissimo ponte… Ormai il freddo non è notizia. È sempre presente … giusto anche. Siamo a novembre. Martedì prossimo, 8 novembre, farà 14 mesi della mia partenza da Czestochowa (Polonia). Superato i 12.000 km di cammino solamente posso guardare in alto e dire: GRAZIE, SIGNORE.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho