A+ A A-

  • Categoria: Pellegrinaggio 2015
  • Scritto da Francisco
  • Visite: 802

Cartelegue - Parigi

... possa la strada sollevarsi per incontrarti,
possa il vento stare sempre alle tue spalle,
possa il sole splendere caldo sul tuo viso,
la pioggia cadere leggera sui tuoi campi,
e finché ci incontriamo dì nuovo,
possa Dio tenerti nel palmo dalla sua mano...

(Antica benedizione irlandese)

 

Cartelegue - Saint Martial de Mirambeau

Sono stanco e un po' demoralizzato... Sinceramente tanto demoralizzato... La pioggia e l'umidità rendono difficile ogni passo. Oggi è stata una tappa "infernale". Mi rendo conto, dopo più di 8 mesi, della mia stanchezza sia fisica sia mentale... Sono momenti difficili. Dubito sul fatto di essere capace di raggiunge il mio sogno... mancano la famiglia, gli amici... non sto bene sinceramente... Oggi ho vomitato per tutto il giorno. Arrivare a Saint Martial è stata una odissea. Provo a cercare la bellezza...

 

 

Saint Martial de Mirambeau - Pons

Questa mattina sono partito... sotto la pioggia. Ancora è lei la protagonista principale. Il percorso è stato sempre fra campi accanto una strada provinciale. Le forze sono calate in maniera allarmante. Il "passo dopo passo" è diventato lentissimo. Forse ho perso un po' la illusione d'andare avanti??? Forse sono arrivato al limite de le mie forze??? Forse mi mancano i miei cari???? Forse...

 

 

Pons - Abbaye de Sablonceaux

Ieri sono arrivato molto stanco a Pons. E devo dire che è un paese che mi ha piaciuto tantissimo. Strade senza asfalto, vecchie case in pietra, niente traffico, pulizia... un luogo importante negli pellegrinaggi verso Compostela nel medioevo... L'albergo di pellegrini austero ma funzionale. Ho dormito per 10 ore e ripreso forze e coraggio... Sono partito verso le ore 8'30... sotto la pioggia... Ho deciso deviare il mio percorso fino alla Abbazia di Sablonceaux. 39 km fra campi di cereali... Bisogno un "bagno" di spiritualità ...

 

 

Abbaye de Sablonceaux - Courcelles

La Comunità di "Chemin Neuf" mi ha accolto ieri sera in maniera molto carina. Ho avuto il piacere di conoscere a Roberto, un ragazzo brasiliano che vive nel l'interno della Comunità insieme a sua moglie e 3 figli. L'affetto e l'amore ricevuto mi hanno dato le forze per riprendere cammino. La tappa è stata noiosa, sempre attraversando campi e campi e campi e campi... e più campi di cereali... Il regalo è stato arrivare a Courcelles...

 

 

Courcelles - Saint Romans les Melle

Courcelles credo che è stato un punto d'inflessione nel mio cammino. Ieri sera sono arrivato molto stanco (46km). Il luogo di accoglienza per noi pellegrini... era chiuso. La persona responsabile era partita per 2 settimane alla Svizzera. Ma la Provvidenza ha voluto incrociare il mio cammino con un matrimonio fantastico... John e Caterine... 2 inglesi in pensione che vivono nell'antico Presbitero del paese... Piango d'emozione soltanto ricordando como sono stato accolto. Resteranno per sempre nel mio cuore. Ho capito cos'è la Misericordia... Oggi non avrei partito... È stata dura salutare a due angeli custodi... Comunque il cammino prosegue... La tappa di oggi è stata carina, percorrendo piste forestali molto belle. La città di Melle è un gioiello... Lì mi sono fermato per quasi 3 ore... Dopo fino Saint Romans Les Melles tanto asfalto. Li sono stato accolto per la Communaute ND Consolation. Bello....

 

 

Saint Romans Les Melles - Saint Suivant

Ieri sono arrivato tardi nella Communaute ND Consolation. La giornata è stata lunga perché mi sono perso tre volte. Con il cuore ancora che batteva emozionato (Caterine e John sono stati straordinari) ho camminato molto rilassato... L'incontro con le 3 suore a Saint Romain è stato magnifico. Abbiamo condiviso preghiera e cena. Suor Dominique restera nel mio cuore per la sua tenerezza e sensibilità. Il cammino fino a Saint Suivant è stato facile... poche difficoltà è tempo clemente... ma ancora la Provvidenza aveva una sorpresa per me... Un regalo prezioso... Ho avuto il piacere di conoscere a Jean Jacques Pagerie.

 

 

Saint Sauvant - Abbaye Saint Martin Liguge

Ieri sono arrivato tardi nella Communaute ND Consolation. La giornata è stata lunga perché mi sono perso tre volte. Con il cuore ancora che batteva emozionato (Caterine e John sono stati straordinari) ho camminato molto rilassato... L'incontro con le 3 suore a Saint Romain è stato magnifico. Abbiamo condiviso preghiera e cena. Suor Dominique restera nel mio cuore per la sua tenerezza e sensibilità. Il cammino fino a Saint Suivant è stato facile... poche difficoltà è tempo clemente... ma ancora la Provvidenza aveva una sorpresa per me... Un regalo prezioso... Ho avuto il piacere di conoscere a Jean Jacques Pagerie.

 

 

Abbaye Saint Martin Liguge - Chatellerault

3 giorni di vita monastica…. Che straordinaria esperienza… Accolto in maniera premurosa per i monaci (benedettini) ho avuto la fortuna di condividere preghiera e vita nell’interno della comunità. Non posso esplicare che belle emozioni avute. Questa mattina ho ripreso cammino in direzione Chatellerault. Sinceramente la tappa non è stata bella ed il vento ha soffiato molto forte per tutto il giorno. Verso le 17 ...un forte acquazzone mi ha bagnato fino alle ose. Arrivato, il ufficio di turismo mi ha collegato con una famiglia che accoglie pellegrini a casa sua. Molto bravi e carini.

 

 

Chatellerault - Tours

Oggi è stata una giornata molto “intima”. Qualche giorno fa sia il morale sia il mio fisico stavano francamente sotto minimi. Invece sono stato in grado di superare (credo) questo duro momento è mi sento bene. Rinforzato spiritualmente e molto bene fisicamente. Rendo grazie a Dio perché veramente mi ero affidato alla sua volontà. Partito questa mattina sotto una leggera pioggia ho percorso lunghissimi cammini attraverso campi (mi ricordavano tanto la meseta in Spagna) di cereali e per finire il arrivo alla bella città di Tours accanto al fiume Loira. È tornata la serenità e la pace al mio cuore.

 

 

Tours - Amboises

Carina la città di Tours. Accolto nella basilica è stato molto bello onorare i resti di San Martino. Le suore, benedittine, sono veramente brave e gli uffici religiosi (cantati) belli, belli, belli. La tappa fino ad Amboise è stata quasi sempre accanto al fiume. È stata una giornata molto umida e dopo l’inondazione della settimana scorsa (un tratto de cammino era stato proprio chiuso). I protagonisti, quindi, sono stati il fango e le zanzare… Per finire e non perdere le abitudini... un bel acquazzone. Ancora…

 

 

Amboise - Blois

Ieri sera, arrivato ad Amboise la Parrocchia mi era messo in contatto con il Signore Pierre Guiard per l’accoglienza. Il posto è un piccolissimo ma funzionale appartamento. Questa mattina, mi ha offerto la colazione, ritornato i soldi pagati ieri ed insieme abbiamo percorso il paese prima di partire. Che bravo uomo. La prima parte della tappa è stata impegnativa per la quantità di fango accumulato. Invece il secondo tratto, quello fino a Blois è stato per una pista ciclabile. Meno male. L’ufficio di turismo mi ha trovato accoglienza in una casa privata (matrimonio Bouvet) dove ho avuto il piacere di cenare con loro (ed anche un amico). Perfetto tutto. Che bel pellegrinaggio…

 

 

Blois – Saint Dye

Questa mattina e dopo colazione sono andato a visitare la Cattedrale ed il centro storico e dopo mi sono messo in cammino nuovamente. Dopo un’ora un ciclista tedesco di ritorno anche lui da Santiago si ha fermato per salutarmi ed in questa è arrivata Marie, una giovanissima ragazza dal Canada che vuole arrivare a pie fino ad Orleans. Abbiamo camminato insieme fino a Saint Dye dove abbiamo avuto la fortuna ed il piacere di conoscere a Helene nell’ufficio di Turismo. Davanti alla difficoltà di trovare un posto per dormire… ci ha proposto casa sua (i suoi 2 figli piccoli stanno una settimana in ferie). La serata condivisa insieme a Maxime (suo compagno), i genitori di Helene e gli amici (Herve, Antoine, Celia…) resterà per sempre nel mio cuore. Incredibile e meravigliosa esperienza.

 

 

Saint Dye – Beaugency

Ieri notte siamo andati tardi a letto quindi oggi tutto è andato piano. Dopo colazione, Helene (squisita donna) ci ha riportato all’Ufficio di Turismo da dove abbiamo ripreso cammino. Un abbraccio sincero e la tristezza di lasciare indietro delle persone meravigliose. Grazie a tutti. Insieme a Marie abbiamo camminato per km i km per una pista accanto al fiume Loira. Ce tantissimo fango. Arrivati a Beaugency abbiamo scelto il albergo della Gioventù e così oggi si mangia… la pasta. Abbiamo avuto il piacere di conoscere al Signor Hanato (giapponese). Per più di 30 anni ha lavorato nella Germania (ormai in pensione) e tutti gli anni torna in Europa 3 mesi. Bravo.

 

 

Beaugency – Orleans

Questa mattina Marie camminava molto piano ed è rimasta indietro. E così è finito il nostro camminare insieme. Li auguro un buon cammino nella vita. La tappa è stata durissima per la quantità di fango che ancora c’è dopo le inondazioni. Fango e tante zanzare. L’umidità è molto alta. Arrivato ad Orléans ho visitato la bellissima Cattedrale (eccezionale) e dopo andato all’l’albergo di pellegrini dove ho conosciuto una ragazza spagnola. È partita dal sud della Germania (dove vive) a pie insieme al suo cane. Ormai il cane ha detto “basta camminare” ed è stata costretta a comprare una bicicletta con una cesta. Curioso.

 

 

Orléans – Pithiviers

Immagino che arriverà un giorno nel quale la pioggia ed il fango spariscono finalmente… Mamma che duro… La tappa di oggi è stata lunghissima e molto noiosa. Quasi 45 km con poco o niente a vedere… Arrivato a Pithiviers (sotto forte acquazzone) sono andato al Presbiterio a chiedere accoglienza. Fatalità il prete (Don Sebastien) era appena arrivato e stava per parcheggiare la sua macchina. Quello accaduto è stato un “miracolo”. Quando a capito la mia stanchezza y gli tantissimi km percorsi sin dalla mia partenza mi ha portato al hotel da un amico suo e mi ha pagato una stanza, la cena e la colazione per domani. Mi sono proprio emozionato. Poche parole e tanto ringraziamento.

 

 

Pithiviers – Etampes

Ancora emozionato per tutte la attenzioni ricevute da Don Sebastien ho fatto una grande colazione e ripreso cammino… Sono queste cose che ti danno la forza per andare avanti. Quando più difficili sembrano le cose… ecco la Provvidenza. A cosa un’altra volta. Dura anche la tappa da oggi. Veramente percorrere una GR a volte ci fa girare e girare… senza vedere delle belle cose. Forse il più bello della giornata è stato conoscere Don Brian. Da origini irlandesi fatalità la sua famiglia dopo 3 anni sono qualche giorno insieme… La felicità nella sua faccia raccontava in prima persona ritrovare alla sua famiglia… ed anche è stato bello conoscere una pellegrina di Parigi che è appena partita da sola direzione Santiago de Compostela. Coraggiosa.

 

 

Etampes – Longpont

Un’ altro giorno che piove... Mamma mia… Questa notte scorsa comunque devo dire che ho dormito molto bene. Il posto parrocchiale molto pulito e disponibile. Le prime due ore sono state in salite. Terreno difficile (sabbioso) che dopo tutte queste settimane di pioggia lo rende molto pesante. Dopo è fino a Longpont un po’ più facile e bello pur camminare sotto la pioggia. Arrivato ho visitato la sua Basilica e lì due signore molto carine mi hanno fatto sapere che il prete non c’è però un posto per dormire trovo. Bene ho pensato perché tutto bagnato e quasi le ore 17 diventa un po’ complicato. Arrivato al luoghi mi hanno fatto sapere che letto non c’è neanche doccia. Un piccolo bagno mi ha servito per lavarmi ed un microonde mi ha permesso mangiare caldo.

 

 

Longpont – Parigi

Questa mattina ero proprio felice di arrivare a Parigi. Ho deciso fermarmi 3-4 giorni per prendere un po’ di forze… e per visitarla. Evidentemente arrivare a una città così grande significa asfalto, smog, macchine di per tutto… comunque sorpreso perché è stato tracciato un percorso molto carino che ti porta direttamente fino a Notre Dame. La difficoltà di Parigi per trovare alloggio è stata grande… Tutto completo e prezzi da follia. La Eurocopa di calcio...