A+ A A-

  • Categoria: Pellegrinaggio 2015
  • Scritto da Francisco
  • Visite: 662

Sommersted - Lunken

Grazie alla vita che mi ha dato tanto
mi ha dato la marcia dei miei piedi stanchi:
con loro ho raggiunto città e laghi
spiagge, deserti, montagne e pianure
e la tua casa, la tua strada, il tuo patio

(Violeta Parra)

 

Sommersted – Rødding

Sia la tappa da ieri sia quella da oggi… la natura è stata protagonista. Che bella la Danimarca… Ieri, sono arrivato a Ellegard e conosciuto a Paulsen (proprietario). Quando ha visto la mia “Credenziale non dava credito… Questa mattina, prima di partire mi ha regalato delle mele per continuare il mio cammino è sono stato ospitato gratuitamente… Fino a Kongeaen ho provato a godere tutto che mi circonda. Io non A considero una persona fragile però forse sto vivendo gli ultimi passi dal mio sogno, dal mio grande pellegrinaggio, come dicono qui… dal “grande viaggio”... Ieri sera (quasi di notte) sono arrivati 2 ragazzi danesi (Jes e Michael) molto stanchi. Questa mattina prima di partire abbiamo parlato un po’. Camminano fino a Viborg (mi ama direzione che io) quindi per qualche giorno sarò in compagnia. Cammino in orizzontale … e sempre con il sguardo in verticale. Verso Lui…

 

 

Kongeaen – Randbøl

Tappa molto bella quella da oggi attraversando boschi e prati dove il silenzio regna sempre. Ho capito che la Danimarca è il paese del silenzio… Incredibile... Per prima volta da non so quanto tempo il mio ginocchio non si ha lamentato… Ho camminato piano piano… Mi ha colpito anche la gran quantità di formicai e more sul cammino. Prima di partire questa mattina ho parlato con i due ragazzi (Jels e Michael) e ci abbiamo messo d’accordo per mangiare la pasta oggi nell’ostello… Cucino volentieri... Due bravi ragazzi… Veramente…

 

 

Randbøl – Jelling

Verso le ore 8 ho ripreso cammino in direzione Jelling. Il mio ginocchio si sta riprendendo piano piano e quello mi fa sentire bene. Molto bene. Provo fiducia e sicurezza. Il percorso è stato molto particolare perché praticamente tutta la giornata erano lunghissime rette che non si vedeva mai la fine… ma sempre fra boschi. Bellissima giornata. Ogni ora più o meno mi sono preso del tempo per massaggiare il mio ginocchio. Arrivato a Jelling ho visitato la sua famosa chiesa ed anche le sue “rune”. La particolarità che più mi ha colpito per quanto riguarda ai paesi in Danimarca è che non esiste “il centro del paese”… In Spagna, Italia, Francia… solitamente c’è la Chiesa è dopo tutte le costruzioni e strade che la circondano. Qui no. Solitamente la Chiesa è nella periferia e dopo esiste una grande strada principale… Strano… Oggi ho cucinato un riso con carne e verdure per noi tre che è stato molto gradito. Cucinato col cuore… Sono felice. Camminare con Jels i Michael mi fa piacere. Abbiamo creato una piccola famiglia…

 

 

Jelling – Norhoved 1921-1941-1960

Questa mattina mi sono svegliato alle 5. Il mio ginocchio non mi fa male e mi permette riposare benissimo tutta la notte… Cos’è cambiata??? È vero che programmo le tappe con meno kilometri e le pomate ed antidolorifici mi stanno aiutando in maniera ovvia… comunque mi trovo molto bene… più positivo… Forse i ragazzi mi hanno fatto una carica in più??? La tappa è stata lunga (37 km) ma niente a dire… Fra la partenza e l’arrivo c’era il “paeseto” di Kollemorten dove un piccolo supermercato mi ha procurato tutto il necessario… Devo dire che ho rimasto colpito all’arrivo… 11 persone c’erano nel rifugio… Mi sono un po’ commosso perché ho avuto le stesse sensazioni che quelle in Spagna… Nel Cammino verso Compostela…

 

 

Norhoved – Kragelund

Questa mattina, appena sveglio, Jels i Michael mi hanno detto che oggi vogliono invitarmi a cena una volta arrivati a Kragelung… È vero che questi due giorni insieme ho cucinato per noi tre volentieri… ma anche mi fa piacere questo gesto così generoso. Sono partito verso le ore 8. Provo euforia... Controllata ma euforia… In pochissimo tempo la dinamica dal mio pellegrinaggio è cambiata… Non è che i dolori dal mio ginocchio siano spariti definitivamente però forse condividere tappe con loro due mi fa non provare troppa solitudine… Sono 15 anni più giovani di me però mi trovo molto vicino a loro. Sembra che ci conosciamo da parecchio… La tappa da oggi è stata fra prati, prati… e prati. Fantastica. Lunga perché sono quasi 36 km però senza nessuna difficoltà fisica importante... e con un tempo primaverile. Infatti il punto più alto dalla Danimarca, si non sbaglio, è di 178 slm... Sono felice e provo felicità.

 

 

Kragelund - Thorning

La cena da ieri è stata buonissima prossima ed anche molto intima. Alle ore 17’30 un taxi ci ha portato al ristorante. Siamo andati in un posto tradizionale dove abbiamo mangiato molto bene (secondo me la tipica e sempre gradita trattoria di fiducia). Questa mattina sono partito alle ore 7. Forse troppo presto… dopo 20 minuti le mie scarpe erano completamente bagnate… Comunque fino al paeseto di Thorning la natura è stata protagonista 100%... Mi sono goduto boschi i prati, silenzi, il fischio dell’aria, il sole, il dolce trino degli uccelli… Quanto bello è il Creato… Arrivato a Thorning ho cucinato della pasta per noi tre… Jels i Michael sono arrivati molto stanchi quindi cucino ancora con più voglia… Il rifugio è perfetto… Praticamente un appartamento con tutte le comodità… Waow…

 

 

Thorning – Viborg

Purtroppo oggi è l’ultima tappa per loro due. Finite le sue mini vacanze devono ritornare a casa. Peccato. Comunque sono convinto che è nata una vera amicizia. Visto che la cena da prima ieri era stata offerta da Michael oggi offre Jels… Bello perché viene anche sua fidanzata, che è di Aarhus (anche lei) però svolge il suo lavoro di giornalista a Viborg. E siamo andati proprio i. centro. Bella la città di Viborg. Oggi ho sofferto un po’ la nostalgia… La tappa è stato, come al solito, fra boschi e prati. Ormai i problemi fisici sono spariti. Il cammino di Luce prosegue…

 

 

Viborg - Hjarbaek

Eccome oggi in partenza verso le ore 9. Mi sono fermato a visitare il Dom. Bello ma ho avuto di aspettare quasi 2 ore perché apre alle 11 della mattina. La giornata è stata splendida. Primaverile. Ho camminato per il centro della città, andato in farmacia per comprare pomata eed antidolorifici (non voglio rischiare ad una ricaduta), al Supermercato, mi sono fermato anche nella Biblioteca per scarica la scheda fotografica nel mio Dropbox... Qui in Danimarca le biblioteche aprono solitamente dalle 8 della mattina fino alle 20 della sera è accedere è gratuito per tutti... Che bella cosa... Verso le ore 13 ho iniziato a camminare in direzione Hjarbaek. Il percorso è bellissimo ... ma arrivato al posto ho rimasto senza fiato... Praticamente lì finisce il fiordo che da nome al paese. Un braccio di fare che entra parecchi mi!ometti nella terra ferma... Meraviglioso... E dopo, quando ho capito dove ero accolto ho sentito il bisogno, la voglia di restare un paio di giorni. Un vero regalo...

 

 

Hjarbaek - Skals

Il paeseto di Hjarbaek resterà per sempre nel mio cuore. Appena arrivato sono stato accolto dalla Sig.ra Line, proprietaria dell'ostello. Una dona tutto cuore. Infatti mi ha colpito il fatto che appena conosciuto mi ha chiesto: Francisco... se hai bisogno di qualsiasi cosa... Io e mio marito siamo alla tua disposizione... Soltanto devi chiamarci... Il posto è spettacolare, accanto al fiordo, con le piccole imbarcazioni di pesca pronte, in un contesto naturale paradisiaco... Anche qui il silenzio è protagonista. L'Ostello è un posto molto umile però con tutto il necessario per un pellegrino. Sono stati 2 giorni veramente fantastici... Verso le ore 11 sono partito. Primo ho voluto dare una passeggiata accanto l'acqua, senza il mio zaino, leggero... Che meraviglia... Una volta in cammino sono arrivato al paeseto di Skals. Mi sono goduto un percorso di soltanto 12 km ... però mi sono trovato con posti così belli che meritavano uno stop. Un'altro regalo...

 

 

Skals - Testrup

Mi ha piaciuto molto Skals. Credo che è uno di quei posti "autentici". Piccolo paese con 2 bar... e poca cosa in più. Secondo me è il posto di ritrovo degli abitanti... Il posto di accoglienza era giustamente sopra di uno dei bar. Qui in Dinamarca si può fumare dentro i locali (qui lo fanno)... Mi sembrava di vivere un episodio de quelli film che arrivavano i marinai a terra... ed insieme a loro arrivava l'Armaggedon... Fummo delle sigarette, urli, risate, alcool, fratellanza... Per un bel po' tanta confusione... Un paese pieno di vita, di gioia... Comunque sempre dentro di un ordine... Alle ore 9 della sera tutto il "disordine" era finito... Non si sentiva neanche il vento... Il percorso è stato molto bello, facile, senza grandi dislivelli... siamo nella Danimarca... Per tutta la giornata ho camminato verso Testrup con un unico pensiero, con una grande demanda personale... Arrivare a Trondheim è necessario???

 

 

Testrup - Skivum

Ieri sera sono arrivato a Testrup. Piccolissima frazione senza nessun servizio. Ho chiesto informazione nella casa proprio attaccata all ostello per pellegrini (vecchia scuola) e mi hanno fatto sapere che il supermercato o bar più vicino si trovava a 4 km... quindi 4 km di andata e 4 km di ritorno mi sembravano troppi... Pronto per fare la doccia hanno bussato alla porta e mi sono trovato con la signora di prima che mi portava un piatto di minestrone, pane e frutta... Lo guardata agli occhi e ho visto una Luce difficile da raccontare... Ci abbiamo abbracciato ... Mi ha sembrato la mia mamma... Stessi gesti, stessa tenerezza... Per la mattina, dopo lavare i piatti della signora era troppo presto per bussare alla porta quindi ho lasciato un biglietto di ringraziamento e fiori che avevo visto ieri prima di arrivare in un piccolo boschetto. Nella periferia di Testrup, fatalità, c'è una piccola e preziosa chiesa che fra il 1452 ed il 1573 era stata anche ospedale per pellegrini... Lì ho perso la nozione del tempo... Sinceramente non so quanto tempo sono rimasti li... Fino al paese di Aars ho messo 2 ore. Li mi sono fermato in un grande supermercato per comprare cibo. Appena uscito mi ha sorpreso un forte temporale che è stato compagno fino all'arrivo a Skivum, luogo dove finiva oggi la mia tappa.

 

 

Skivum - Øster Hornum

Ieri sono stato accolto dalla Sig.ra Heidi. Quanto carine sono qui delle persone... Ero appena arrivato ma l'ostello era chiuso. Una ragazza che usciva con il suo bellissimo cavallo a fare una passeggiata mi ha chiesto di andare con lei a casa della sua mamma (1minuto a piedi) e da lì, dopo offrirmi caffè hanno chiamato a Heidi che si è presentata con un sorriso da orecchio a orecchio. Oggi la tappa è stata corta (21 km) e con tanto vento. Ho avuto un incontro molto piacevole. Attraversando una piccolissima frazione mi sono trovato con un signore ottantenne che passeggiava insieme al suo cane. Mi ha proposto di andare a casa sua, presentato a sua moglie, ed offerto caffè e dolci. Il popolo danese è incredibile. Prima di partire, mi ha chiesto di aspettare un attimo... e mi ha portato un palo per camminare. Mi ha visto zoppicante... Incredibile la sensibilità ed attenzione... Dopo un sincero abbraccio ho ripreso cammino. Oggi tutta la tappa ho attraversato campi di cereali fino a Øster Horum. L'Ostello, 1 km circa lontano del percorso è favoloso. Incredibilmente bello dove pace, serenità e natura si sposano...

 

 

Øster Hornum - Hjallerup

Che bel posto Øster Hornum... e quanto carina è la Sig.ra Alice... Nella vita mi capita ogni tanto di avere la sensazione di ritornare in un posto... Sentire che non è stata la prima volta per me... Qui ho sperimentato quella sensazione... Tornerò di sicuro. Oggi sono partito verso le ore 09. Il percorso oggi mi ha sorpreso veramente... Arrivare ad Aalborg (una delle città più grandi dalla Danimarca) è stata senza asfalto. Il percorso attraverso piccoli boschetti è stato molto bello. La città l'ho trovata molto pulita, bella e dinamica ma... carissima. Quello più economico che ho trovato è stata una stanza nell'ostello di gioventù condivisa con un'altra persona per 495 corone a testa... quindi ho deciso prendere il bus metropolitano, spostarmi nella periferia, e domani torno per riprendere il cammino.

 

 

Hjallerup - Lunken

Il percorso da Hjallerup fino a Lunken è strepitoso... Che bella Madre Natura... Oggi mi sono goduto i campi, i boschi, il sole, il silenzio... Ho camminato sereno, in pace, in armonia... Domani arrivo a Frederickshavn, luogo dove si prende la nave per attraversare il mare del Nord... e si arriva a Oslo... punto dove inizia "il cammino di Sant Olav" fino a Trondheim... la vecchia Nidaros... Lì si trova la tomba di Sant Olav... A questo punto dal mio "cammino" devo scegliere se andare avanti ... oppure riprendere il cammino verso Czestochowa (Polonia)... punto di partenza ed anche punto finale dal mio pellegrinaggio... Andare avanti oppure tornare piano piano verso casa... Dopo quasi 11.000 km percorsi il mio cuore è la mia testa sono in conflitto...